23 agosto 2016 / 09:37 / un anno fa

Greggio in calo, Brent scivola sotto 49 dollari su segnali aumento offerta

LONDRA (Reuters) - Seduta all‘insegna delle perdite per il greggio, con il derivato sul Brent sotto i 49 dollari al barile dopo il forte rally di questo mese, in un mercato che privilegia i segnali di crescita delle forniture a scapito delle speranze di un accordo tra i paesi produttori su misure a sostegno dei prezzi.

Un impianto petrolifero a Kawasaki, vicino a Tokyo. REUTERS/Thomas Peter

Un gruppo di militanti nigeriani, che ha rivendicato una serie di attacchi a impianti petroliferi, nel weekend si è detto pronto a una tregua e l‘Iraq ha ripreso la fornitura attraverso un oleodotto del nord sospesa all‘inizio di quest‘anno.

Intorno alle 11,15 italiane il contratto sul Brent per consegna ottobre cede 44 cent (lo 0,9%) a 48,72 dollari a barile. Il benchmark ha messo a segno un balzo del 20% dall‘inizio del mese al 19 agosto.

La scadenza analoga sul greggio Usa arretra di 52 cent (-1,1%) a 46,89 dollari.

“Oggi restiamo ribassisti sul greggio”, commenta Georgi Slavov, analista di Marex Spectron. “Sembra probabile che l‘offerta aumenterà nel breve termine”.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below