23 agosto 2016 / 07:27 / in un anno

Borsa Milano in forte rialzo, migliore in Europa, volano UniCredit, Finecobank

Il logo di Unicredit su blocchetti e penne. REUTERS/Stefano Rellandini/File Photo

MILANO (Reuters) - Piazza Affari mette a segno un‘altra seduta positiva, la migliore tra le borse europee, sul rally dei bancari trascinati da UniCredit dopo la notizia sulla possibile cessione di Bank Peako.

Il mercato trova spunto dall‘ipotesi di eventuali nuove manovre del gruppo in tema di cessioni per proseguire con gli acquisti sul settore bancario in una giornata che ancora risente del periodo estivo e che si inserisce in una fase di alta volatilità.

Il superamento inoltre di alcuni livelli tecnici rilevanti, come i 16.700 punti di FTSE Mib alimenta gli acquisti.

Il clima positivo sulle borse continentali nel corso della giornata è stato favorito dalla lettura complessivamente positiva di alcuni dati macro diffusi in mattinata che confermano la tenuta dell‘economia europea dopo la Brexit, ma le attese, sul fronte Usa, sono per il discorso del presidente della Fed Janet Yellen, a fine della settimana, che potrebbe fornire indicazioni sul prossimo rialzo dei tassi di interesse Usa.

“La borsa è ultimamente molto volatile e soggetta a forti oscillazioni spesso senza particolari ragioni”, commenta un trader.

“Allo stesso modo per cui venerdì siamo scesi senza motivi specifici, oggi si torna a comprare. I rumors su UniCredit aiutano ma la speculazione sull‘azionario italiano è alta e i cambi di direzione sono sempre dietro l‘angolo”, aggiunge.

** L‘indice FTSE Mib termina in rialzo del 2,5% e il FTSE ALL Share del 2,23% mentre in Europa FTSEurofirst 300 guadagna lo 0,95%. Volumi sulla borsa di Milano a circa 1,75 miliardi di euro.

** I bancari italiani (+5,3%) fanno meglio dell‘indice europeo (+2,5%).

** In luce UNICREDIT in rialzo del 6,6% dopo che fonti Reuters hanno riferito che l‘AD del principale gruppo assicurativo polacco Pzu sarà a Milano per trattare l‘acquisizione di Banca Pekao. I trader sottolineano che l‘eventuale cessione dell‘istituto polacco ridurrebbe la necessità di capitale per il gruppo di piazza Gae Aulenti, e raffredda inoltre le attese di una riduzione della partecipazione in FINECOBANK, che vola del 7,9%.

** In forte rialzo anche UBI (+7%) insieme, con progressi intorno al 5%, a BPER, INTESA SANPAOLO e MEDIOBANCA.

** Denaro anche sugli assicurativi come GENERALI (+4,5%) e UNIPOL (+3,7%).

** MEDIASET in rialzo del 4,3% sulle ipotesi di un accordo con Vivendi per Premium.

** Fuori dal listino principale nuovo balzo di MOLMED (+8,3%) dopo l‘annuncio del via libera della Commissione Ue all‘immissione condizionata in commercio (Cma) per Zalmoxis ieri.

** DIASORIN sale dell‘1,4% dopo l‘annuncio di ieri di avere ottenuto dal dipartimento dei servizi sanitari Usa (Hhs) un contratto da 2,6 milioni di dollari per sviluppare un test di laboratorio per diagnosticare il virus Zika.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below