August 10, 2016 / 7:07 AM / 2 years ago

Borse Asia-Pacifico toccano massimi da 1 anno, indici contrastati

10 agosto (Reuters) - L‘azionario dell‘Asia-Pacifico tocca il massimo da un anno, con il dollaro indebolito dai dati sulla produttività e la sterlina in ripresa. Ieri la divisa britannica è scesa sotto quota 1,30 dollari per la prima volta dalla seconda settimana di luglio, dopo le dichiarazioni di un componente della Bank of England secondo cui potrebbe essere necessario un potenziamento del ‘Qe’.

Alle 8,46 l‘indice MSCI, che esclude il Giappone, guadagna 0,24% dopo aver toccato il picco massimo da agosto 2015, mentre Tokyo ha chiuso a -0,18%.

“I risultati in Usa, Europa e Giappone non sono male. Possiamo immaginare un andamento equilibrato del mercato a livello globale”, commenta Hirokazu Kabeya, chief global strategist presso Daiwa Securities.

SHANGHAI segna -0,2% circa, mentre è poco sotto la parità HONG KONG dopo aver toccato in avvio i massimi da otto mesi per la buona liquidità a livello globale legata a politiche monetarie espansive (PRADA -0,44%). Le azioni di Hong Kong costano il 25% in meno di quelle equivalenti nella regione, secondo l‘indice che compara i mercati, e scambiano a metà del valore rispetto a quelle Usa.

TAIWAN ha chiuso in rialzo di mezzo punto ai massimi da 13 mesi spinto da Cathay Financial Holdings.

SIDNEY ha chiuso in ribasso di 0,16% mentre SINGAPORE e SEUL sono poco sopra la parità.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below