July 29, 2016 / 1:02 PM / in 2 years

Euro/dollaro a massimi da 15 luglio dopo Pil Usa sotto attese

NEW YORK (Reuters) - L’euro/dollaro estende il proprio rialzo in seguito al dato sul Pil Usa del secondo trimestre, decisamente inferiore alle attese, che alimenta i dubbi sulla possibilità che la Fed trovi spazi per un intervento restrittivo sui tassi prima della fine dell’anno.

** La prima rilevazione sul Pil Usa del secondo trimestre indica una crescita dell’1,2% annualizzato, che smentisce le aspettative di un’accelerazione dopo il +1,1% registrato nella prima frazione dell’anno. Le attese degli economisti erano per un +2,6%.

** A seguito del dato l’euro/dollaro sale al massimo intraday di 1,1155, il livello più alto da oltre 15 giorni.

** Il biglietto verde — già in sensibile deprezzamento sullo yen dalla mattinata a seguito dell’esito deludente del meeting della Banca del Giappone — estende la flessione nei confronti della divisa giapponese.

** Dopo il dato sul Pil il cambio dollaro/yen arriva a perdere oltre 2 punti percentuali, al nuovo minimo intraday di 102,83.

** Lo yen d’altra parte conferma il movimento di apprezzamento anche sull’euro: il cambio euro/yen scende di oltre un punto e mezzo percentuale, pur tenendo sopra il minimo di questa mattina di 113,99.

** Stamane la Bank of Japan ha sì annunciato il rafforzamento dello stimolo monetario, limitando tuttavia l’intervento a un modesto incremento del target annuale di acquisti di Etf.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below