29 luglio 2016 / 10:12 / un anno fa

Greggio indirizzato a chiudere mese con forte calo, pesa eccesso offerta

LONDRA (Reuters) - I prezzi petroliferi scivolano ai minimi da aprile, con il Brent indirizzato a mettere a segno la maggiore flessione mensile da dicembre 2015, sotto pressione per il rallentamento della crescita economica che minaccia di esacerbare l‘eccesso di offerta di greggio e prodotti raffinati.

Intorno alle 11,40 il futures sul Brent per consegna settembre tratta a 42,10 dollari, in ribasso di 60 cent (-1,4%). Per il benchmark si prospetta una contrazione mensile di oltre il 15,5%, la più forte da dicembre dello scorso anno.

La scadenza analoga sul greggio leggero Usa arretra di 37 cent a 40,77 dollari (-0,9%), scivolando sotto la soglia di 41 dollari per la prima volta da aprile. Il derivato è indirizzato verso una perdita mensile di circa il 16%, la maggiore in un anno.

Entrambi i benchmark sono in calo del 20% circa rispetto al picco di giugno.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below