27 luglio 2016 / 13:17 / in un anno

Rapporto euro/dollaro poco mosso in attesa meeting Fed, yen sotto pressione

NEW YORK (Reuters) - Prevale un clima di attesa sul mercato valutario, col cambio euro/dollaro inchiodato in area 1,10 in vista della conclusione stasera del meeting Fed, che difficilmente comunque riserverà sorprese.

** L‘euro/dollaro si è riportato vicino al picco intraday della mattinata di 1,1006 dopo la pubblicazione dei dati delle 14,30 sugli ordini di beni durevoli Usa, scesi più del previsto in giugno [nLLARIEC53].

** L‘ultimo sondaggio Reuters, condotto la settimana scorsa indica tassi fermi nel meeting odierno della Fed e nessuna mossa restrittiva prima del quarto trimestre, più probabilmente dicembre, dopo le elezioni presidenziale negli Usa. Informazioni analoghe giungono dai future sui tassi d‘interesse Usa, che ora attribuiscono una probabilità di oltre il 50% a un rialzo prima di fine 2016.

** Dopo i deboli dati sugli ordini di beni durevoli il biglietto verde ha frenato anche nei confronti dello yen, pur rimanendo in apprezzamento di circa un punto percentuale sulla divisa giapponese, sullo sfondo di un mercato che attende nuove misure di stimolo, sia fiscali sia monetarie, da parte delle autorità di Tokyo.

** Il cambio dollaro/yen avanza di quasi un punto percentuale ma sotto il picco intraday di 106,53, mantenendosi comunque a distanza dal massimo da sei settimane di 107,49 visto giovedì scorso. L‘euro/yen, salito stamane fino a 117,12, scambia a metà mattinata in apprezzamento di oltre l‘1%.

** Il premier giapponese Shinzo Abe ha annunciato per la prossima settimana la presentazione dell‘atteso piano di stimolo dell‘economia nazionale, che sarà da oltre 28.000 miliardi di yen (241 miliardi di euro), pari a quasi il 6% del Pil del Paese.

** Inoltre venerdì mattina si chiude la riunione di politica monetaria della Banca del Giappone: su questo fronte le attese sono decisamente orientate verso un nuovo intervento espansivo, che potrebbe riguardare sia i tassi sia la dimensione e la composizione del programma di acquisto asset dell‘istituto centrale.

** Debole la sterlina quest‘oggi sia su euro sia su dollaro, sebbene con perdite contenute nel primo pomeriggio entro uno 0,2%. Gli operatori continuano a suggerire di vendere la divisa britannica su ogni movimento di apprezzamento.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below