July 13, 2016 / 3:37 PM / in 2 years

Greggio in calo, pesano indicazioni IEA su eccesso offerta, aumento scorte

LONDRA (Reuters) - Le quotazioni petrolifere sono in calo dopo le indicazioni dell’International energy agency (Iea) che vede continue pressioni sui prezzi a causa dell’eccesso di produzione e dopo i dati sull’inatteso rialzo delle scorte settimanali Usa.

Secondo l’agenzia Iea le scorte di greggio hanno proseguito la crescita lo scorso mese e hanno spinto le ‘unità galleggianti di stoccaggio’, uno dei più costosi metodi di stoccaggio utilizzati dall’industria petrolifera, ai massimi livelli di sette anni.

“(Le scorte) sono a livelli talmente elevati, soprattutto per i prodotti per i quali la crescita della domanda sta rallentando, che rimane il principale fattore che deprime i prezzi del petrolio”, ha detto l’IEA nel suo ultimo report.

Dai dati Api di ieri è emersa inoltre una inattesa crescita delle scorte di greggio e di prodotti raffinati nell’ultima settimana pari a 2,2 milioni di barili.

Il dato sulle scorte alimenta le prese di profitto dopo che ieri i prezzi sono saliti del 5%.

Un aggiornamento dell’Eia sulle scorte settimanai di prodotti petroliferi è atteso oggi per le 16,30 italiane.

Poco prima delle 13,00, il futures sul Brent cede l’1,71% a 47,64 dollari al barile, mentre il greggio Wti Usa perde l’1,37% a 46,16 dollari

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below