29 giugno 2016 / 12:52 / un anno fa

Italia, Commissione Ue non convinta da piano governo su banche

BRUXELLES (Reuters) - La Commissione europea è pronta a dare sostegno al settore bancario italiano ma non ha dato il proprio supporto al piano del governo per puntellare gli istituti di credito dopo le turbolenze causate dalla Brexit. Lo dice a Reuters un funzionario europeo.

Il presidente della Commissione Jean-Claude Juncker al termine del Consiglio europeo a Bruxelles. REUTERS/Phil Noble

Martedì a Bruxelles il premier italiano Matteo Renzi ha incontrato il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker e il vicepresidente Valdis Dombrovskis, che si occuperà dei servizi finanziari da luglio dopo le dimissioni del britannico Jonathan Hill.

Negli incontri bilaterali a margine del Consiglio europeo, il primo dopo il referendum britannico, Renzi e funzionari della Commissione hanno discusso l‘impatto della Brexit sul sistema bancario italiano.

“La Commissione è pronta ad aiutare ma finora non è stata convinta da quello che è stato proposto dall‘Italia”, ha detto a Reuters il funzionario Ue.

Le regole europee permettono agli Stati membri di fornire assistenza finanziaria alle banche solo in caso di situazioni eccezionali. “Possono gli italiani provare che c‘è un problema sistemico causato dal voto sulla Brexit? Non lo so”, argomenta il funzionario.

“C‘è un impatto sulle banche, questo è vero, ma tutti nel mondo sono stati colpiti, non solo l‘Italia”, prosegue.

Una portavoce della Commissione europea si limita a dire che l‘esecutivo Ue sta “monitorando strettamente gli sviluppi di mercato nell‘Unione europea, Italia compresa”.

Roma teme che le banche italiane, che hanno in bilancio circa 360 miliardi di euro di sofferenze, un terzo del totale della zona euro, possano essere oggetto di attacchi speculativi da parte di hedge funds disposti a scomettere che le turbolenze connesse alla Brexit possano trascinarle in una vera e propria crisi.

Fonti bancarie e di governo hanno riferito lunedì che l‘Italia si sta preparando a proteggere le sue banche richiedendo più flessibilità all‘Unione europea, sui conti pubblici, sulla spesa pubblica e gli aiuti alle banche.

Martedì, dopo gli incontri con i funzionari della Commissione, Renzi ha minimizzato i colloqui sulla tenuta finanziaria delle banche, affermando che non c‘è un‘emergenza immediata da affrontare.

(Francesco Guarascio)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below