15 giugno 2016 / 09:17 / in un anno

Rc auto, presidente Ivass: caso non risolto, ma si riduce divario con altri Paesi

ROMA (Reuters) - Il problema dell‘assicurazione obbligatoria per la responsabilità civile dell‘auto, legato all‘elevato prezzo delle polizze e all‘alto tasso di frodi, non può dirsi risolto ma si rafforzano segnali di miglioramento.

Lo ha detto Salvatore Rossi, presidente di Ivass nelle sue considerazioni sull‘attività dell‘autorità di vigilanza sul settore nel 2015.

Nel 2015 i prezzi unitari medi delle polizze Rc auto sono ancora diminuiti, del 7,5%, e i contratti che prevedono sconti del premio per la presenza della scatola nera, che monitora il comportamento di guida, sono un sesto del totale.

Nel 2015 i premi per questo segmento sono scesi del 6,5% rispetto a un anno prima, con una flessione “da attribuire alla riduzione dei prezzi, non dei volumi, essendo il parco veicoli rimasto stabile”, si legge nella relazione Ivass.

Rossi ha indicato un confronto tra i premi pagati in Italia, al netto di tasse e contributi, e quelle pagate in Francia, Germania e Spagna. “Nel 2011 si pagavano in Italia 234 euro in più rispetto alla media degli altri tre paesi; stimiamo che lo scorso anno il divario si sia ridotto a circa 150 euro”.

Per chiudere il divario, secondo Rossi, servono sia interventi normativi sia comportamenti virtuosi degli attori del sistema.

Il ddl concorrenza, in discussione in Parlamento, ha obiettivi condivisibili, tra cui il contrasto alle frodi, il rafforzamento della trasparenza e la confrontabilità delle polizze offerte.

L‘Archivio Integrato Anti frode (AIA), lanciato nei giorni scorsi e che integra sette principali banche dati, secondo Rossi potrà dare un sostegno decisivo nella lotta alle frodi. “Ci aspettiamo un effetto pratico di riduzione dei costi per le compagnie e quindi dei premi pagati dagli assicurati”, dice Rossi.

Già oggi l‘attività anti frode delle compagnie ha consentito una riduzione dei costi dei risarcimenti pari all‘1,5% dei premi.

“Disporre dell‘AIA è come passare da arco e frecce a un cannone a lunga gittata”, ha detto il presidente Ivass.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italianoLe top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below