20 maggio 2016 / 11:03 / tra 2 anni

Greggio in rialzo, interruzioni allentano eccessi della produzione globale

LONDRA (Reuters) - I prezzi del petrolio sono vicini ai massimi da sei mesi a causa di una serie di stop alle forniture in Nigeria, Canada e Libia che hanno ridotto l‘abbondanza dell‘offerta a livello globale e che sta affossando il mercato da due anni.

I prezzi del Brent salgono di 45 centesimi a 49,26 dollari al barile, non lontani dai massimi di sei mesi di 49,85 dollari raggiunti due giorni fa.

Il futures sul West Texas intermediate (Wti) tratta a 48,59 dollari al barile, in rialzo di 43 centesimi e a poca distanza dai massimi di sette mesi a 48,95 dollari.

Le inattese interruzioni alla produzione libica, canadese e nigeriana, escludendo i cali di produzione negli Usa, comportano il venir meno di circa 2,5 milioni di barili della produzione giornaliera, secondo Anz Bank.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below