5 maggio 2016 / 10:27 / tra 2 anni

Veneto Banca, Consob avvia procedimento sanzionatorio

MARGHERA (Reuters) - Veneto Banca ha ricevuto un primo rapporto delle ispezioni Consob finalizzate a controllare, tra le altre cose, la gestione degli ordini di vendita delle azioni della banca e il processo di definizione del prezzo delle azioni.

Lo ha detto l‘AD Cristiano Carrus nel corso dell‘assemblea sul bilancio 2015 e sul rinnovo del Cda, specificando che la comunicazione sull‘avvio del procedimento sanzionatorio della Commissione sarà inserita nel prospetto informativo sulla quotazione in borsa dell‘ex popolare di Montebelluna, prevista a giugno.

L‘AD ha spiegato, in particolare che la missiva della Consob riguarda cinque punti: irregolarità di valutazione sull‘adeguatezza delle operazioni; violazione del dovere di comportarsi con diligenza e correttezza; trattazione degli ordini di vendita su azioni della banca; processo di definizione del prezzo delle azioni della banca; comunicazione di dati e informazioni non veritiere.

“La lettera non sarà l‘unica, ce ne saranno altre”, ha aggiunto Carrus.

Secondo quanto indicato nella relazione al bilancio la Consob ha avviato nel corso del 2015 una serie di ispezioni su molteplici aspetti, che includono anche il processo decisionale che ha portato alla vendita a JpMorgan di un portafoglio di ‘prestiti ipotecari vitalizi’ e le informazioni riguardanti gli accordi per la cessione della partecipazione in Bim, poi decaduti.

“Non si può escludere che le valutazioni cui potrebbe giungere la Consob possano avere impatto anche economico sui bilanci dei prossimi esercizi”, si legge nella relazione.

Carrus ha specificato che le indagini della Commissione ricoprono il periodo 2013-2015 e “riguardano i soggetti in carica fino ad ottobre del 2015”.

In merito all‘impatto in termini sanzionatori l‘AD ha sottolineato che “gli eventuali profili di responsabilità sono individuali e riguardano i singoli componenti”, con la banca che invece risponderà in solido. Tra i soggetti sanzionati l‘attenzione della Commissione si sarebbe rivolta in modo paarticolare sugli ex Dg Vicenzo Consoli e condirettore generale Mosè Fagiani.

“Allo stato non siamo in grado di valutare l‘impatto sull‘esercizio in corso”, ha aggiunto Carrus.

Oltre a quella già ricevuta, l‘AD ha detto che è arrivata oggi un‘altra comunicazione da parte delle Consob con la quale la Commissione “ordina al Cda di riunirsi entro una settimana per trattare temi relativi a chi avrà diritto o potrà accedere all‘operazione di aumento di capitale”.

(Andrea Mandalà, Valentina Za)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below