28 aprile 2016 / 07:18 / 2 anni fa

Giappone, BoJ lascia invariata politica monetaria, taglia stime crescita

TOKYO (Reuters) - Al termine della riunione di politica monetaria, la Banca del Giappone ha rinviato il ricorso a un ulteriore stimolo nonostante le difficoltà globali, lo yen forte e i consumi deboli minaccino di provocare un deterioramento della ripresa economica.

Uomini d'affari vicino alla sede della Banca del Giappone, a Tokyo. REUTERS/Thomas Peter

Confermando l‘attuale orientamento ultra-espansivo, l‘istituto centrale nipponico ha deluso le attese di quanti sul mercato si aspettavano un potenziamento dello stimolo.

L‘istituto centrale ha rivisto al ribasso le proprie stime trimestrali su crescita e prezzi, posticipando di sei mesi, tra il 2017 e il 2018, il momento in cui ritiene verrà raggiunto il target d‘inflazione al 2%.

Nel corso della consueta conferenza stampa, il governatore della Banca centrale nipponica Haruhiko Kuroda ha detto che l‘economia del Paese dovrebbe crescere moderatamente mentre, a proposito dell‘inflazione, ha spiegato che le aspettative stanno aumentando nel complesso nel lungo termine nonostante il recente indebolimento.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below