April 21, 2016 / 3:52 PM / 2 years ago

Btp deboli con Bund su effetto greggio, digeriscono Draghi senza scosse

MILANO (Reuters) - Chiusura negativa per il mercato obbligazionario italiano, in un contesto di complessiva debolezza dell’intero comparto dei titoli di Stato della zona euro.

** La fiacchezza del mercato si è manifestata già in mattinata, in relazione al recente recupero dei prezzi del greggio e delle commodities, ed è proseguita durante la conferenza stampa successiva al meeting di politica monetaria della Bce.

** Intorno alle 17,20 il tasso del decennale italiano sale a 1,46 da 1,40% del finale di seduta di ieri mentre lo spread con l’analoga scadenza del Bund, tornato sopra 0,20% dopo un mese, si stringe a 123 punti base da 126 del finale di seduta di ieri.

** Come da attese, Francoforte ha confermato i tassi di riferimento ai livelli minimi raggiunti il mese scorso, precisando i dettagli del piano sui corporate bond, che da giugno saranno inclusi nel paniere di 80 miliardi di acquisti mensili].

“Tutto sommato, l’esito del consiglio non ha ingenerato grossi scossoni sul mercato, che è rimasto essenzialmente sui livelli visti in mattinata”, dice un dealer di governativi italiani, che ricorda come, dopo il collocamento del nuovo Btp 20 anni via sindacato dei giorni scorsi, ci sarà una certa pressione dal lato dell’offerta con le aste di metà mese al via settimana prossima.

** Dall’inizio dell’anno il greggio è salito di circa il 65%, rimbalzando dai minimi storici toccati da gennaio. “Anche solo per questo, l’inflazione ripartirà l’anno prossimo, e questo potrebbe indurre la Bce a ridurre il proprio attivismo. Ecco quindi che i tassi puntano verso l’alto”, sintetizza un operatore.

** Gli addetti ai lavori, d’altra parte, non ravvisano movimenti scomposti, anche perchè, come ha ricordato lo stesso Draghi, si dispiegheranno a pieno gli effetti del potenziamento dello stimolo deciso il mese scorso dallla Bce.

** Il tema della ponderazione del rischio dei titoli di Stato nei bilanci bancari - di cui si discuterà domani e sabato in sede Ecofin - è stato toccato in conferenza stampa in maniera molto diplomatica dal vicepresidente Vitor Constancio.

** Il numero due di Draghi - venendo incontro alle istanze tedesche - ha riconosciuto che ha senso discutere della questione, ma ha invitato a non compiere fughe in avanti dagli effetti destabilizzanti

** Il dibattito sul tema è seguito dal mercato con molta attenzione. “L’impressione è che la Germania voglia ottenere qualcosa su questo per concedere una mutualizzazione dei rischi bancari, tramite un’assicurazione comune sui depositi. La Bce ha fatto capire che è legittimo lavorarci, ma senza strappi che possano compromettere una situazione fragile”, commenta un secondo operatore.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below