19 aprile 2016 / 14:07 / tra 2 anni

Valute legate a materie prime a massimi 10 mesi, yen cede

NEW YORK (Reuters) - Le valute legate alle materie prime come il dollaro australiano e quello neozelandese sono salite ai massimi dei dieci mesi contro la valuta Usa, traendo supporto dalla ripresa dei prezzi del greggio che ha sostenuto l‘appetito di rischio sui mercati a livello globale.

Il dollaro australiano è salito fino a 0,7807 dollari Usa, i massimi da giugno e in rialzo dello 0,6%, mentre la valuta neozelandese è balzata a 0,744 dollari, massimi da dieci mesi.

Con la ripresa dell‘appetito di rischio, cede invece terreno lo yen, valuta rifugio. La divisa nipponica è scivolata fino a 109,49 yen per dollaro, dopo aver toccato ieri i massimi di una settimana a 107,75 yen per dollaro.

“E’ piuttosto sorprendente come i prezzi del greggio si siano ripresi dai minimi di lunedì. Questo sostiene l‘appetito di rischio e spinge al rialzo le valute legate alle materie prime” dice Niels Christensen, strategist di Nordea. “Finché il greggio resterà sopra i 43 dollari al barile, pensiamo che le valute legate alle materie prime saranno ben supportate”.

- Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below