14 aprile 2016 / 09:32 / tra 2 anni

Dollaro resta tonico ma in frenata su ritorno vendite in Borsa

LONDRA (Reuters) - Il dollaro resta ben impostato nonostante il ritorno delle vendite sulle borse europee, anche se la revisione al rialzo del dato sui prezzi nella zona euro tende a favorire una frenata del biglietto verde sull‘euro.

Ieri la risalita degli indici azionari aveva segnalato un miglioramento dell‘umore del mercato, favorendo una riduzione delle posizioni corte sul dollaro e permettendo alla divisa Usa a realizzare il rialzo giornaliero più consistente da oltre un mese.

Dopo aver toccato un minimo a 1,1234, a metà mattinata l‘euro/dollaro risale verso il picco di seduta a 1,1287, anche in scia al dato sull‘inflazione della zona euro. Il cambio si mantiene comunque circa due figure sotto il massimo da sei mesi toccato martedì a 1,1465.

La lettura finale di marzo dell‘indice dei prezzi al consumo della zona euro ha indicato una variazione tendenziale nulla, dopo il quadro deflazionistico (-0,1%) inizialmente offerta dalla stima flash del dato.

Il dollaro/yen, oggi in tenuta sopra quota 109, resta a distanza dal minimo da 17 mesi toccato lunedì scorso a 107,63.

Nel pomeriggio il focus si sposta sui dati relativi all‘inflazione Usa di marzo, in un mercato alla continua ricerca di indizi per capire quanti rialzi dei tassi potrà operare la Fed nel corso dell‘anno.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below