April 13, 2016 / 10:57 AM / 3 years ago

Btp virano in positivo su banche, rendimenti contrastati in aste Btp

MILANO (Reuters) - Dopo un’apertura pressoché piatta, in tarda mattinata il secondario italiano passa in territorio positivo, in linea con quasi tutto il settore europeo e in una seduta che ha visto il Tesoro collocare tutti gli 8,25 miliardi di euro nell’asta di Btp a tre, 7, 15 e 30 anni, con tassi contrastati.

In un clima in cui sembra essere tornata a prevalere la propensione per il rischio e in cui i governativi italiani sovraperformano quelli tedeschi, attorno alle 12,30 il differenziale di rendimento tra Btp e Bund sul tratto a 10 anni scende a 118 punti base dai 122 del finale di seduta e il tasso del decennale cala a 1,33% da 1,35%. Come nei giorni scorsi, il rimbalzo del secondario viaggia in parallelo a quello di Piazza Affari che in tarda mattinata sale del 3,5% sostenuta dai bancari.

Assegnato intanto l’importo massimo in Btp su quattro differenti scadenze, compreso il nuovo tre anni (aprile 2019) con tassi in rialzo nelle due scadenze più brevi e in calo nel segmento extra-lungo. Nel collocamento - a detta degli operatori “nel complesso soddisfacente e caratterizzato da una domanda abbastanza solida” - il tasso del 3 anni è salito a 0,05% da -0,05% di metà marzo e quello del 7 anni è passato a 0,82% da 0,79%. Per il 15 anni, il tasso è invece sceso a 1,71% da 1,84% di metà marzo, quando però era stato offerto il marzo 2032, mentre per il 30 anni il tasso è passato a 2,49% - minimo da marzo 2015 - da 2,758% del collocamento sindacato da 9 miliardi del 2 febbraio. Al netto delle commissioni, i tassi si sono attestati rispettivamente a 0,10%, 0,86%, 1,73% e 2,51%.

“In particolare, sul rialzo del rendimento del nuovo tre anni ha pesato lo spostamento di qualche mese della scadenza tra titolo nuovo e vecchio, l’incidenza del rialzo dei prezzi del greggio sulle aspettative di inflazione e da ultimo il fatto che l’emissione precedente si è svolta subito dopo il meeting Bce di marzo in un clima forse esageratamente positivo”, commenta Vincenzo Longo, strategist di Ig.

Attiva sul primario anche la Grecia che ha collocato 813 milioni in titoli di Stato a 3 mesi con un rendimento invariato a 2,70%.

Dal lato macro, da segnalare i numeri sulla produzione industriale della zona euro relativi a febbraio rivelatisi inferiori alle attese.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below