April 5, 2016 / 11:12 AM / 2 years ago

Greggio ai minimi un mese dopo inatteso calo domanda Usa

LONDRA (Reuters) - I prezzi del greggio scendono ai mimini di un mese dopo l‘inatteso calo della domanda di benzina negli Stati Uniti e sulle perplessità che si possa raggiungere un accordo tra i maggiori produttori per far fronte all‘eccesso di produzione

La domanda negli Stati Uniti di benzina, uno dei principali prodotti petroliferi di consumo, è scesa a gennaio per la prima volta in 14 mesi, secono i dati pubblicati ieri dall‘Eia.

I maggiori produttori mondiali di petrolio si incontreranno a Doha il 17 aprile per negoziare un congelamento della produzione, ma il balzo dell‘outupt russo di marzo ai massimi di 30 anni ha sollevato dubbi sulle probabilità che riesca a concondare una tetto alla produzione.

“Il mercato è rimasto sorpreso da due dati: la produzione russa ai massimi da 30 anni e la domanda statunitense di benzina in discesa per la prima volta in 14 mesi”, commenta Frank Klumpp, analista sul petrolio a Landesbank Baden-Wuerttemberg.

“Fino a quando il denaro più speculativo è di tipo long c‘è ancora spazio per chiudere le posizioni e per una discesa dei prezzi”, aggiunge.

Intorno alle 12,45 italiane il contratto sul Brent per consegna giugno perde 20 cent a 37,49 dollari mentre la scadenza maggio del greggio Usa segna un ribasso di 17 cent a quota 35,53.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below