30 marzo 2016 / 11:23 / tra 2 anni

Btp positivi, nuovi minimi storici per nuovo Btp 5 anni e decennale in aste

Btp positivi, nuovi minimi storici per nuovo Btp 5 anni e decennale in aste REUTERS/Lucas Jackson

MILANO (Reuters) - Secondario italiano in territorio positivo in tarda mattinata, in linea con l‘intero comparto europeo in una seduta che, nell‘odierno collocamento a medio lungo, ha visto ritoccare i minimi storici per i tassi del nuovo Btp 5 anni e del decennale.

** Stamane il Tesoro ha collocato tutti gli 8 miliardi di euro a disposizione degli operatori (su una forchetta di offerta tra 6,5 e 8 miliardi) in titoli tra cui il nuovo Btp quinquennale giugno 2021, il cui tasso è sceso al nuovo minimo storico di 0,34% rispetto a 0,44% di fine febbraio sul ‘vecchio’ benchmark novembre 2020. Nuovo minimo storico anche per il premio del Btp decennale, sceso a 1,24% da 1,50% dell‘asta di fine febbraio. Al netto delle commissioni, il rendimento del quinquennale è pari a 0,39% mentre quello del decennale a 1,28%. Via XX Settembre ha infine collocato anche l‘importo massimo di 1,5 miliardi del Ccteu dicembre 2022, con rendimento a 0,44% da 0,58% di fine febbraio.

** A detta degli investitori, alla base del sensibile calo dei premi visto nel collocamento odierno c‘è il potente mix di misure espansive varato dalla Bce lo scorso 10 marzo.

** “I rendimenti sono scesi a nuovi minimi storici, con la flessione più marcata che ha riguardato il decennale, sulla scia dell‘effetto della Bce che a marzo si è fatto sentire sia nelle parole di Draghi che nell‘effettiva partenza delle operazioni di politica monetaria. Nonostante il generalizzato calo dei rendimenti, la domanda sui quei titoli regge perché, in termini di tassi di interesse reali, riescono ancora a offrire qualcosa agli investitori, soprattutto sul lungo periodo”, spiega Vincenzo Longo, strategist di Ig.

** Sempre sul lato primario, Berlino ha collocato 3,227 miliardi di euro nel Bobl 5 anni, con un tasso medio a -0,34% dal precedente -0,36%, con un bid-to-cover a passato a 1,1 da 1,7.

** Già prima delle aste il mercato viaggiava in territorio positivo, in linea col Bund, sostenuto dalle dichiarazioni di ieri sera della presidente della Fed, Janet Yellen, che ha detto che l‘istituto centrale Usa procederà con cautela sulla via del rialzo dei tassi di interesse, spingendo gli investitori a mettere in forse anche l‘ipotesi di un solo rialzo per il 2016.

** Dal lato macro, focus sulla lettura preliminare dell‘inflazione tedesca relativa a marzo con le stime che indica un‘inflazione tendenziale a -0,1% per il dato armonizzato da -0,2% di febbraio.

** A livello di zona euro invece, ha deluso le attese (per 103,8) la lettura di marzo del super-indice ‘economic sentiment’ attestatosi a 103,0 rispetto a 103,9 di febbraio.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below