25 febbraio 2016 / 08:34 / tra 2 anni

Tenaris, in rosso in trim4, outlook tetro su 2016, titolo cade

MILANO (Reuters) - Tenaris ha chiuso il quarto trimestre dell‘anno scorso con una perdita per azione di 0,04 dollari, rispetto ad un utile di 0,21 dollari dello stesso periodo dell‘anno prima, e vendite nette in calo del 47%, a 1,42 miliardi.

L‘Ebitda nel trimestre, si legge in un comunicato, si attesta a 223 milioni, in calo del 69% su anno e del 7% sul terzo trimestre.

Nell‘intero 2015 la società guidata da Paolo Rocca ha registrato vendite pari a 7,101 miliardi (-31%), un Ebitda di 1,255 miliardi (-54%) e una perdita di 74 milioni di dollari, dato che si confronta con un utile di 1,159 miliardi del‘esercizio precedente. Da notare il tracollo del margine Ebitda: 17,7% nel 2015 contro 26,3% dell‘anno precedente.

Il Cda propone la distribuzione di un dividendo annuale di 0,45 dollari per azione (0,90 dollari per gli Ads), incluso un dividendo interim di 0,15 dollari (0,30 per Ads), già pagato a novembre. Il payout totale ammonta a 531 milioni di dollari, di cui 177 milioni già distribuiti.

Nei primi due mesi del 2016 i prezzi del greggio e del gas sono scesi ulteriormente, raggiungendo livelli che, in alcune aree, sono vicini o anche inferiori ai costi operativi; ciò comporterà per l‘anno nuovi tagli degli investimenti da parte delle società energetiche. In questo contesto, il fatturato continuerà a calare; ma, nonostante le avverse condizioni, il gruppo si attende di mantenere il margine Ebitda attorno ai livelli del quarto trimestre, ovvero 15,7%, un indicatore che è drammaticamente caduto rispetto ad un anno prima (26,6%).

Commentando i risultati, un broker estero sottolinea soprattutto la discesa del margine Ebitda al di sotto del 18,1%, che rappresenta “la quota consueta di resilienza per Tenaris”. La banca d‘affari pone l‘accento sull‘outlook di breve termine: “(Il gruppo) indica una guidance globale della domanda di prodotti Octg in calo del 20% nel 2016, rispetto a una precedente guidance di crescita del 5%”. Un altro broker estero ritiene che un crollo delle vendite del 20% nel 2016 rappresenti “la migliore delle ipotesi”. L‘Ebitda di quest‘anno viene visto fra 900 milioni e 1,020 miliardi di dollari, ovvero il 13-23% in meno rispetto al consensus attuale degli analisti. Una banca d‘affari estera ha rivisto al ribasso le previsioni su quest‘anno: ora stima vendite pari a 5,316 miliardi, un Ebitda di 961 milioni e un utile netto di 247 milioni. Così, alla luce dei nuovi multipli, il broker ha tagliato il giudizio ad underperform. Target price tagliato a 10,50 da 12 euro e rating ad accumulate da buy, infine, per Banca Akros.

Già pesante nelle precedenti sedute, in attesa dei conti, a Piazza Affari Tenaris lascia sul terreno il 2,56%, a 8,7450 euro, dopo aver toccato un minimo di 8,60 euro.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below