24 febbraio 2016 / 15:26 / tra 2 anni

Timori greggio spingono valute rifugio, sterlina debole su rischio Brexit

NEW YORK (Reuters) - Il nervosismo legato alla discesa dei prezzi del greggio e alla possibilità che la Gran Bretagna lasci l‘Unione europea hanno spinto l‘euro al minimo da tre anni sullo yen mentre la sterlina è scesa al livello più basso da 7 anni sul dollaro.

** Il petrolio è sceso sotto 33 dollari il barile dopo che l‘Arabia Saudita ha escluso tagli alla produzione mentre dagli Stati Uniti continuano ad arrivare dati che evidenziano un accumulo record di scorte di greggio.

** Tra le monete più sotto pressione la corona norvegese, che paga l‘enorme esposizione dell‘economia all‘andamento del greggio e cede circa 1,5 punti percentuali sul dollaro.

** Male anche la sterlina, che è scesa sotto quota 1,39 dollari per la prima volta dall‘inizio del 2009, sui perduranti timori che il referendum del 29 giugno possa decretare l‘uscita della Gran Bretagna dall‘Unione europea.

** Del clima di avversione al rischio beneficiano le valute rifugio, come lo yen e il franco svizzero. La valuta giapponse ha toccato un nuovo massimo sull‘euro, che è sceso sotto quota 123 yen per la prima volta dopo circa tre anni.

** Il franco svizzero è salito al massimo da sei settimane sulla valuta unica, che intorno alle 16 cede lo 0,25% a quota 1,0895 franchi.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below