24 febbraio 2016 / 11:25 / tra 2 anni

BTP virano in negativo su movimenti tecnici, spread allarga a 141 pb

MILANO (Reuters) - In tarda mattinata il secondario italiano vira repentinamente in negativo dopo un‘apertura in rialzo, una delle rarissime eccezioni in un contesto europeo generalmente positivo. Parallelamente lo spread con il decennale tedesco allarga sulla scia dell‘irrobustimento dell‘obbligazionario tedesco nel corso della mattinata.

** Attorno alle 12 il differenziale di rendimento tra Btp e Bund sul tratto a 10 anni si attesta a 141 punti base dai 135 del finale di seduta e il tasso del decennale sale a 1,55% dal 1,52% dell‘ultima chiusura.

** In assenza di nuovi spunti, oltre al calo del greggio e dei listini azionari, la flessione è stata probabilmente innescata da movimenti tecnici. “Il mercato ha reagito in modo violento. La rottura di soglie tecniche ha attivato vendite automatiche”, spiega lo strategist di Ig Vincenzo Longo.

** Stamane il governatore tedesco Jens Weidmann ha invitato la Bce a non spingersi troppo lontano con il proprio programma di acquisto bond, in quanto ciò avrebbe il medesimo effetto di un acquisto diretto di titoli di Stato dai paesi emittenti.

** “Non credo che le parole di Weidmann siano però alla base della correzione del mercato. Il rallentamento dell‘economia europea, fotografato dai recenti dati macro, non può essere trascurato da Francoforte e sovrasta le parole di Weidmann”, aggiunge lo strategist.

** Da segnalare la situazione del Portogallo: il secondario di Lisbona sovraperforma il resto della periferia sostenuto dall‘approvazione, seppur preliminare, della finanziaria 2016 dopo i rilievi di Bruxelles e dall‘annuncio del buyback, in agenda domani, su tre titoli con scadenza ottobre 2017, giugno 2018 e giugno 2019.

** Migliore rispetto al resto dei periferici l‘andamento del mercato spagnolo che beneficia degli spiragli per un accordo tra il partito socialista e Ciudadanos per la formazione di un nuovo governo, seppur non in grado di avere la maggioranza. In questo quadro, lo spread Italia/Spagna sul tratto a 10 anni si riduce a 5 pb.

** Da segnalare inoltre che il redimento del decennale francese è sceso a 0,51%, al minimo di 10 mesi. E sempre al minimo di 10 mesi è scivolato il tasso del decennale finlandese, portatosi a 0,44%.

** Tornando all‘Italia, in mattinata l‘asta dei Btpei ha dato il via alla tornata dei collocamenti di fine mese con il Tesoro che ha assegnato 904 milioni di euro su una forchetta tra 500 milioni e un miliardo. Domani sarà la volta del Bot semestrale - offerto per 6,25 miliardi a fronte dei 6,75 in scadenza - mentre ieri sera il Tesoro ha annunciato, come da attese, che nell‘asta a medio lungo di venerdì verrà messo a disposizione degli investitori anche il nuovo benchmark decennale (giugno 2026, cedola 1,60%). Sul mercato grigio il nuovo decennale scambia con un rendimento di 1,587%

** Attiva sul primario anche la Germania che in mattinata ha collocato 819 milioni di euro nel trentennale, scadenza 2044, con rendimento in calo a 0,77% da 1,18%.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below