21 gennaio 2016 / 15:24 / tra 2 anni

Euro/dollaro a minimo 2 settimane su dichiarazioni Draghi

NEW YORK (Reuters) - L‘euro è sceso al minimo di due settimane nei confronti del dollaro dopo che il presidente della Bce, Mario Draghi, ha suggerito che l‘istituto potrebbe varare ulteriori misure di stimolo nella zona euro a marzo.

** Come previsto la Bce ha mantenuto invariati i tassi di interesse mentre Draghi, nelle sue dichiarazioni, ha detto che al prossimo meeting del 10 marzo sarà necessario rivedere ancora il passo della politica monetaria. Sulla scia di queste dichiarazioni, l‘euro è sceso sotto quota 1,08 dollari per la prima volta da due settimane.

** “In questo primo periodo dell‘anno, i rischi al ribasso sono aumentati ancora per la crescente incertezza sulle prospettive di crescita delle economie emergenti, sulla volatilità dei mercati finanziari e delle materie prime e sui rischi geopolitici”, ha spiegato Draghi durante la conferenza stampa, facendo riferimento ai timori sulla Cina e sul calo dei prezzi del greggio.

** “Draghi ha certamente tenuto aperta la porta a un ulteriore intervento già al prossimo meeting di marzo”, sintetizza Joe Manimbo, senior market analyst di Western Union Business Solutions a Washington.

** L‘euro inoltre ha toccato un minimo di nove mesi nei confronti dello yen durante la conferenza stampa di Draghi.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below