15 gennaio 2016 / 07:59 / 2 anni fa

Borse Asia a minimi 3 anni e mezzo su calo greggio, dati Cina

15 gennaio (Reuters) - Le borse dell‘area Asia-Pacifico oggi hanno toccato i minimi da tre anni e mezzo, con la rinnovata pressione sui prezzi del greggio e dati deludenti dalla Cina a frenare gli investitori.

L‘indice MSCI, che non comprende Tokyo, alle 8,20 perde lo 0,92%. L‘indice Nikkei ha terminato la seduta in calo dello 0,54%.

I prezzi del greggio sono rimbalzati ieri, con il derivato sul Brent salito del 2,4% a 31,03 dollari al barile in ripresa dai 29,73 dollari, minimo da 12 anni, del giorno precedente. Ma il rally è durato poco.

Il crollo delle quotazioni ha spaventato i mercati finanziari, già alle prese coi timori legati al rallentamento dell‘economia cinese.

** SHANGHAI ha chiuso in calo del 3,5%, il livello più basso dal dicembre 2014, in scia a dati più deboli del previsto sui prestiti bancari a dicembre, oltre che sui prezzi del greggio.

** HONG KONG in calo zavorrata dal settore immobiliare. Prada guadagna oltre il 2%.

** Chiusura ai minimi da oltre quattro mesi per SEUL; SYDNEY ha concluso la seduta in calo dello 0,5%.

** In calo MUMBAI e SINGAPORE.

** Ha chiuso in leggero rialzo TAIWAN, dove prevale comunque la cautela in vista delle elezioni presidenziali di domani. Balzo del 4,2% per il produttore di chip Taiwan Semiconductor Manufacturing (TSMC) dopo un utile netto sopra le attese nel quarto trimestre.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below