11 gennaio 2016 / 11:51 / tra 2 anni

Greggio in calo per sesta seduta, si raffreddano speranze ripresa

LONDRA (Reuters) - Il greggio cede terreno per la sesta seduta trattando sui minimi di quasi 12 anni. Il rallentamento della crescita cinese raffredda le speranze degli investitori per la domanda di quest‘anno e gli operatori rafforzano le scommesse contro una ripresa nel breve termine.

Intorno alle 11,55 italiane il contratto sul Brent per consegna febbraio cede 67 cent a 32,88 dollari a barile, con un calo settimanale di circa il 15%, e la scadenza analoga sul greggio Usa arretra di 59 cent a quota 32,57.

Gli analisti indicano la situazione della Cina, che la scorsa settimana ha visto una svalutazione dello yuan e due sospensioni “di emergenza” dei mercati azionari, come il principale motivo della flessione dei prezzi del greggio e delle commodity.

Oggi nuove turbolenze hanno scosso Shanghai, con la borsa in calo di un altro 5% e i tassi di interesse overnight per lo yuan fuori dalla Cina balzati al livello più alto dal lancio del mercato offshore.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below