19 novembre 2015 / 09:10 / 2 anni fa

BORSE ASIA-PACIFICO positive, bene azionario Cina, brilla Sydney

19 novembre (Reuters) - Le borse dell‘area Asia-Pacifico salgono mentre il dollaro ha ritracciato dai massimi dopo che la Fed si è mostrata abbastanza fiduciosa nella forza dell‘economia Usa da avviare, ma con gradualità, un cauto rialzo dei tassi da dicembre. Questo ha aiutato i prezzi delle materie prime, con oro e petrolio in rialzo.

Alle 8,30 italiane l‘indice MSCI sale del 2% con la borsa australiana che segna la terza seduta di fila in rialzo, chiudendo in progresso del 2,1%. L‘indice Nikkei ha chiuso con un progresso dell‘1,1%.

Le borse cinesi hanno chiuso positive, con un forte rimbalzo delle small cap che avevano sofferto nei giorni scorsi, bilanciando le vendite su immobiliare e la cautela degli investitori per le nuove quotazioni in arrivo.

SHANGHAI è salita dell‘1,4%. Wayne Shen, gestore dell‘Ivy Assets, basato a Shanghai, ha detto che nel breve il mercato è sotto pressione per le Ipo in arrivo ma guardando avanti c‘è liquidità sufficiente sul mercato.

SEUL ha terminato la seduta in rialzo dell‘1,33% dopo che la diffusione delle minute della Fed della riunione di ottobre hanno dato maggiore chiarezza sui tempi prevedibili di un rialzo dei tassi.

Tra le borse del sud est brilla Singapore in rialzo di oltre l‘1,5% grazie ai recuperi di DBS Group Holdings e Singapore Telecommunications.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italianoLe top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below