29 ottobre 2015 / 11:45 / tra 2 anni

Greggio ritraccia dopo segnali Fed su possibile rialzo tassi a dicembre

LONDRA (Reuters) - I derivati sul greggio cedono terreno negli scambi europei, penalizzati dal rafforzamento del dollaro sui segnali di un possibile rialzo dei tassi di interesse Usa a dicembre.

Intorno alle 12,10 il contratto sul greggio Usa per consegna dicembre cede 59 cent a 45,35 dollari. La scadenza analoga del Brent arretra di 69 cent a 48,36.

Il biglietto verde tratta intorno ai massimi di due mesi e mezzo contro euro, dopo che ieri sera Federal Reserve ha indicato che potrebbe non attendere fino al prossimo anno per alzare i tassi, evidenziando la divergenza tra le politiche monetarie delle più influenti banche centrali del mondo.

“In appena un paio di settimane la Fed sembra essere meno preoccupata per la Cina e quindi salgono di nuovo le aspettative di un aumento dei tassi di interesse a dicembre”, commenta Oliver Jakob di Petromatrix.

Ieri i derivati su Brent e greggio Usa sono balzati del 5-6%, un rally che gli analisti faticano a giustificare anche dopo i dati governativi che hanno mostrato un decumulo delle scorte.

“Le statistiche settimanali Usa possono essere interpretate in senso positivo ma il rally di ieri è iniziato prima della pubblicazione dei numeri”, osserva Jakob.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below