29 settembre 2015 / 10:40 / 2 anni fa

Greggio in rialzo, stretta offerta Usa bilancia timori Asia

LONDRA (Reuters) - I prezzi del greggio recuperano terreno grazie all‘evidenza di una stretta delle forniture negli Stati Uniti, maggior consumatore petrolifero al mondo, che mette in secondo piano i timori sullo stato di salute dell‘economia cinese.

Le borse asiatiche sono scivolate ai minimi di tre anni e mezzo e anche il dollaro ha registrato una forte flessione, sotto pressione per le perdite accusate da Wall Street dopo dati deboli dalla Cina. Tuttavia le prospettive per l‘economia statunitense appaiono più rosee e l‘offerta petrolifera nel Paese appare in contrazione, con gli ultimi dati che stimano per il greggio Usa un calo di oltre un milione di barili la scorsa settimana dalla base di Cushing, in Oklahoma.

Intorno alle 12,30 il contratto sul Brent per consegna novembre sale di 35 cent a 47,69 dollari, dopo aver perso ieri il 2,5%. La scadenza analoga del greggio Usa guadagna 38 cent a quota 44,81.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below