23 settembre 2015 / 15:10 / 2 anni fa

Borsa Usa piatta, rimbalzano materie prime ma dati macro frenano, ok Intel

NEW YORK (Reuters) - Gli indici di Wall Street procedono attorno alla parità, risalendo dai minimi toccati poco dopo l‘avvio.

Trader a Wall Street. REUTERS/Brendan McDermid

Il rimbalzo dei prezzi delle materie prime, affossati nei giorni scorsi dallo scandalo Volkswagen, bilancia la debolezza dei dati macroeconomici provenienti da Cina e Usa.

A settembre il settore manifatturiero Usa non ha registrato una crescita rispetto al mese precedente, restando sui minimi da circa due anni.

L‘attività industriale in Cina nel mese in corso è scivolata ai minimi da sei anni e mezzo, registrando il settimo mese consecutivo con il segno meno.

In controtendenza Intel, che sale dell‘1% circa dopo che Bernstein ha alzato il rating a market perform da underperform.

Tra gli altri titoli in evidenza, vola Horon Therapeutics (+20% circa) dopo aver annunciato che un farmaco ha raggiunto l‘obiettivo principale in uno studio clinico sperimentale.

Cade Oncogenex Pharmaceuticals (-20% circa) a causa dei risultati negativi di un test su una terapia per la cura del cancro al pancreas.

Attorno alle 16,45 italiane, il Dow Jones perde lo 0,13%, l‘indice S&P 500 guadagna lo 0,11% e il Nasdaq sale dello 0,26%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below