11 settembre 2015 / 10:10 / 2 anni fa

Greggio in calo dopo taglio stime Goldman Sachs su 2015 e 2016

LONDRA (Reuters) - I futures sul greggio a Londra sono in netto calo dopo che Goldman Sachs ha tagliato le stime per quest‘anno e il prossimo e l‘Arabia Saudita ha respinto l‘idea di un summit dei produttori.

Un complesso petrolifero in Venezuela. REUTERS/Carlos Garcia Rawlins

Goldman ha ridotto le proiezioni 2015 sul greggio Usa a 48,10 dollari al barile da 52 e quelle del 2016 a 45 dollari da 57, a causa dell‘eccesso di offerta e dei timori sull‘economia cinese. Per il Brent le stime passano a 53,70 dollari da 58,20 per il 2015 e a 49,50 da 62 per il 2016.

Intanto i membri più influenti dell‘Opec hanno dichiarato di non vedere ragioni per tagliare la produzione. In particolare l‘Arabia Saudita ritiene che un summit non sarebbe in grado di produrre azioni concrete per difendere i prezzi, secondo fonti vicine alla situazione.

Alle 12 il Brent cede l‘1,82% a 48 dollari al barile, mentre il derivato Usa perde l‘1,83% a 45,08 dollari.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below