10 settembre 2015 / 07:18 / 2 anni fa

Borsa Milano chiude debole con Europa e banche su timori Cina, Brasile

MILANO (Reuters) - Piazza Affari peggiora nel finale e chiude in calo con i bancari e il resto d‘Europa in una seduta condizionata dalle nuove indicazioni preoccupanti sullo stato di salute dell‘economia cinese e dal declassamento a ‘junk’ del Brasile da parte di S&P.

Un trader al lavoro a Milano. REUTERS/Alessandro Garofalo

L‘indice FTSE Mib ha perso l‘1,02%, mentre l‘Allshare ha lasciato sul terreno lo 0,89%. In linea i tre principali mercati europei, Londra, Francoforte e Parigi. Volumi per 2,67 miliardi di euro.

Tra i bancari spicca la debolezza di MPS tra realizzi dopo il +4% di due giorni fa e sulle indiscrezioni secondo cui sarebbe finita in fascia 4 dopo gli ‘srep’ della Bce.

Deboli alcuni titoli legati al Brasile come TENARIS, CNH INDUSTRIAL e TELECOM ITALIA.

Inchiodati nel listino principale i tre titoli sotto Opa come PIRELLI, ANSALDO STS e WORLD DUTY FREE.

Fuori dal listino principale brilla CLASS EDITORI (+13%).

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below