20 agosto 2015 / 08:09 / tra 2 anni

Dollaro ancora debole, minute Fomc riducono attese stretta

LONDRA (Reuters) - Dopo aver tentato un marginale recupero il dollaro appare ancora debole contro l‘euro, dopo che ieri è sceso sulle minute del Fomc che hanno raffreddato le attese di un imminente rialzo dei tassi.

Un impiegato di banca conta dei dollari. REUTERS/Kham

Dai verbali della riunione di politica monetaria della Fed del 28 e 29 luglio, pubblicati ieri sera, emerge che i membri del board sono stati d‘accordo sul fatto che l‘economia stesse raggiungendo un punto in cui sarà necessario un rialzo dei tassi d‘interesse, ma sono emerse preoccupazioni sulla debole inflazione e la fiacca economia globale che determina rischi troppo grandi per scommettere su un decollo. I verbali suggeriscono quindi che i policymaker non hanno fretta di effettuare una stretta monetaria.

“Le minute riflettevano già le preoccupazioni che l‘inflazione non stesse salendo come desiderato anche prima delle recenti turbolenze sui mercati finanziari” ha detto Masafumi Yamamoto, strategist di Monex. “Le minute non tengono conto del calo dei prezzi del greggio e degli eventi in Cina che hanno avuto luogo dopo la riunione di luglio. Non mi sorprenderebbe che adesso i membri del board fossero anche più accomodanti, alla luce di questi eventi”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below