3 agosto 2015 / 13:28 / 2 anni fa

Grecia, improbabile che Atene chieda altra liquidità a Bce in prossime settimane

Greci in coda per prelevare denaro in banca. REUTERS/Ronen Zvulun

MILANO (Reuters) - E’ improbabile che la Grecia presenti nelle prossime settimane richiesta per un aumento dei fondi di emergenza alla Banca centrale europea perché la liquidità è aumentata grazie ai flussi in entrata e all‘aiuto della stessa Bce.

E’ quanto hanno spiegato a Reuters due fonti vicine alla vicenda.

Il cuscinetto della liquidità è salito a circa 5 miliardi di euro da 1-2 miliardi al culmine della crisi greca, grazie alle linee di credito di emergenza (Ela) erogate dalla Bce, ai flussi generati da tasse e turismo, e ai pagamenti delle pensioni, come ha spiegato una delle due fonti che ha chiesto di restare anonima.

I controlli di capitale imposti dal governo hanno arginato il massiccio deflusso di denaro. E l‘aumento del cuscinetto indica che i deflussi dalle banche avvengono più lentamente del previsto e che, nonostante tutto, permane un certo clima di fiudicia.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below