July 9, 2015 / 10:44 AM / 3 years ago

Btp in rialzo, bene 10 anni ma extra lungo risente di importo aste

MILANO (Reuters) - Obbligazionario italiano in modesto rialzo a fine mattinata dopo due sedute di guadagni più solidi, con il Btp decennale che conserva comunque una buona intonazione, sulla convinzione che un accordo con la Grecia possa essere trovato entro la scadenza di domenica.

A differenza di quanto visto tra martedì e ieri, quando l’extra lungo italiano ha attirato acquisti consistenti, oggi tale segmento rimane attardato, alla luce della consistente offerta annunciata dal Tesoro per le aste a medio lungo termine di lunedì.

“Un miliardo e mezzo per il 15 anni e altrettanto per il 30 anni sono importi pesanti, specialmente in un mercato illiquido come questo” spiega il trader di una delle maggiori banche italiane. “Ma nonostante l’importo delle aste il mercato tiene bene”.

In asta lunedì 13 andranno tra 5,25 e 7,5 miliardi complessivi di Btp a 3, 7, 15 e 30 anni. Per ciascuno dei due titoli extra lunghi l’offerta è fino a 1,5 miliardi.

A fine mattinata lo spread di rendimento tra Btp e Bund decennali stringe sotto i 150 punti base, dai 154 della chiusura di ieri; lunedì, all’indomani del referendum in Grecia che ha bocciato il piano di riforme proposto dai creditori, lo spread era arrivato a toccare i 165 pb.

SENZA ACCORDO GRECIA MERCATO PUNTA SU SOSTEGNO BCE

Stamane il rendimento sul decennale italiano si è spinto ad un minimo intraday del 2,17%. E se il trentennale riesce a riportarsi sulla parità, è il Btp a 15 anni marzo 2032 la scadenza più penalizzata, con una flessione di circa 0,2 figure e un rendimento in area 2,60%.

“Il 10 anni performa rispetto al 5 anni e rispetto all’extra lungo” prosegue il trader. “La periferia va avanti come se scontasse un 100% o almeno un 80% di probabilità di accordo con la Grecia: la cosa mi sembra tutt’altro che scontata, ma obiettivamente i rendimenti sono interessanti per chi scommette su un accordo e vuole rientrare”.

A sostegno del mercato c’è inoltre la convinzione di un intervento della Bce in caso di rottura totale sulla Grecia.

“L’ipotesi base è quella di un anticipo ancora più marcato degli acquisti sulla periferia, poi qualcuno addirittura ipotizza anche un allargamento dell’intero programma” nota un secondo operatore.

Intanto, la tornata d’aste di metà mese parte domani con l’offerta di Bot a 12 mesi per 6,5 miliardi. Sul mercato grigio di Mts il titolo scambia a fine mattinata in area 0,162%, ovvero potenzialmente sui massimi d’asta dallo scorso febbraio.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below