1 luglio 2015 / 13:26 / tra 2 anni

Euro sotto 1,11 dollari, biglietto verde a massimi seduta dopo dati Usa

NEW YORK (Reuters) - Sulla valuta unica, già provata dal nervosismo relativo agli sviluppi delle trattative fra Grecia e creditori, è giunto a pesare in apertura dei mercati Usa il buon dato sull‘occupazione del settore privato. L‘euro è quindi sceso sotto il livello di 1,11 dollari.

Una moneta da un euro e biglietti da un dollaro. REUTERS/Kacper Pempel

Secondo il dato Adp, il comparto privato Usa ha messo a segno nel mese di giugno il più alto incremento di posti di lavoro da dicembre, segnalando un ulteriore miglioramento del mercato del lavoro che potrebbe permettere alla Federal Reserve di alzare i tassi d‘interesse nel corso di quest‘anno [ID:nZON1YHN03].

Questo ha dato tono al dollaro, danneggiando l‘euro che, sulla ripresa delle trattative fra Atene e le controparti internazionali, era comunque riuscito a mantenere una certa tonicità malgrado il mancato pagamento della rata dovuta al Fmi entro ieri.

Dopo il dato, il dollaro si è rafforzato anche contro altre valute e l‘indice della divisa Usa è salito fino a 96,064. Alle 15,10 quota 95,972 in rialzo dello 0,51%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below