5 dicembre 2014 / 11:26 / 3 anni fa

Greggio, Brent in calo verso 69 dollari dopo taglio prezzi Arabia Saudita

LONDRA (Reuters) - Seduta debole per il greggio, con il Brent che scende verso i 69 dollari al barile e si avvia a chiudere la seconda settimana negativa.

Raffineria di petrolio a Philadelphia. REUTERS/Tom Mihalek

Ieri l‘Arabia Saudita ha tagliato i prezzi ufficiali del petrolio che vende a Usa e Asia, in una mossa che gli analisti leggono come un intensificarsi della battaglia per le quote di mercato una settimana dopo il rifiuto del paese a sostenere una riduzione della produzione di greggio da parte dell‘Opec.

“Sta pesando sul mercato, mostrando che l‘Opec non è pronta a mettere fine alla guerra dei prezzi”, commenta l‘analista di Commerzbank Eugen Weinberg. “Più basso è meglio è sembra essere il nuovo paradigma per l‘Opec”.

Intorno alle 11,30 il contratto sul Brent per consegna gennaio cede 41 cent a 69,23 dollari. La scadenza analoga del greggio Usa arretra di 45 cent a quota 66,36.

La forza del dollaro, che di recente ha toccato i massimi di due anni contro l‘euro, è un altro fattore che sostiene le quotazioni del greggio.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below