26 novembre 2014 / 14:33 / 3 anni fa

Riunione Opec, Iran e Arabia Saudita in sintonia, prezzi greggio in calo

VIENNA (Reuters) - Il ministro del Petrolio iraniano, Bijan Zangeneh, ha dichiarato di aver avuto un incontro “eccellente” con l‘omologo saudita Ali al-Naimi, aggiungendo che le posizioni dei due paesi produttori sono “molto vicine”.

Un rifornimento di carburante ad una stazione Pertamina, Giacarta, 31 ottobre 2014. REUTERS/Darren Whiteside

Zangeneh ha spiegato che “(c‘è) unità all‘interno dell‘Opec sul fatto che dovremo monitorare il mercato attentamente e reagire al momento opportuno per gestirlo”.

Domani è previsto il vertice formale dei membri dell‘Opec che, anche alla luce dell‘accordo fra Iran e Arabia Saudita, dovrebbe decidere di lasciare invariata la produzione.

Le quotazioni del greggio hanno reagito prontamente, registrando un calo, poi parzialmente rientrato. Scivolato sino a 73,30 dollari il barile, il prezzo del greggio leggero Usa attorno alle 15 si attesta a 73,44 dollari (-0,65 dollari). Il Brent cede 0,87 dollari, a 77,46 dollari il barile, dopo aver segnato un minimo di 77,30 dollari.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below