17 ottobre 2014 / 17:29 / tra 3 anni

Rinnovabili, ok Autorità a riforma incentivi fotovoltaico oltre 200 Kw

ROMA (Reuters) - L‘Autorità per l‘energia e il gas ha dato parere positivo al decreto con il cui il governo ha deciso il cambio del sistema di incentivazione per gli impianti fotovoltaici con potenza superiore ai 200 Kw a partire dal primo gennaio 2015.

Lo si legge in una nota dell‘Aeeg.

In serata il ministero dello Sviluppo economico ha dato il via libera ai tre decreti che consentono la riduzione delle tariffe elettriche per le piccole e medie imprese finanziati dalla riduzione degli incentivi al fotovoltaico.

Da queste prime misure il governo si “attende una riduzione degli oneri di incentivazione dell’energia elettrica da fotovoltaico e da altre fonti rinnovabili compresi in 500-700 milioni di euro l’anno, a partire dal 2015”.

Il governo, per consentire i tagli alle bollette delle piccole aziende, ha predisposto una rimodulazione della spesa annuale per gli incentivi alle rinnovabili con cui finanziare la riduzione tariffaria. Sono stati allungati i tempi di godimento degli incentivi di 4 anni e quindi è stata ridotta la rata annuale da pagare. Oppure mantenendo immutata la durata ventennale è stato previsto un pagamento più basso dal 2015 che viene recuperato negli ultimi quattro anni.

Altre rimodulazioni sono state introdotte per gli impianti diversi dal fotovoltaico con un allungamento di 7 anni del periodo di godimento.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below