16 ottobre 2014 / 15:53 / tra 3 anni

Btp ancora pesanti ma ben oltre minimi in chiusura, spread su Bund 173 punti

MILANO (Reuters) - Terminano rispettivamente a 173 punti base e 2,55% il premio di rendimento Italia/Germania e il tasso sul Btp decennale settembre 2024, entrambi in rientro dai massimi dopo una sessione di pesante emorragia.

“Fino alla tarda mattinata il clima sui mercati era di pura isteria, con violente vendite su qualsiasi asset non fosse giudicato a rischio virtualmente zero come i governativi tedeschi... nel corso del pomeriggio la situazione si è un po’ placata e si è rientrati dagli estremi ma siamo tutto tranne che fuori dal cosiddetto tunnel”, commenta un addetto ai lavori.

Sul tratto a dieci anni la forchetta tra benchmark italiano e tedesco è giunta secondo dati TradeWeb a superare i due punti percentuali pieni con un picco intraday a 203,2 centesimi, massimo dal 13 febbraio, e il rendimento del decennale Btp si è spinto a 2,751%.

Di converso, i potente flusso degli acquisti rifugio ha compresso il tasso sul Bund decennale fino al nuovo minimo record di 0,716%.

A persistenti e crescenti timori sullo stato di salute e soprattutto sulle prospettive per la congiuntura globale - mentre sprazzi di luce soltanto intermittenti giungono dal ciclo Usa - si sono sommati nelle ultime sedute i brividi legati all‘ipotesi di crisi di governo in Grecia.

Sui governativi ellenici si sono registrati in termini percentuali tra ieri e oggi i più violenti realizzi da luglio 2012, anche se due anni fa il rendimento del decennale greco era arrivato a sfiorare 40% e ha oggi superato di un soffio 9%.

“Per innescare il panico sui mercati basta in realtà superare il 7% o l‘8%... va però tenuto conto che se la situazione non rientra, aumentano le aspettative di intervento diretto da parte della Bce” osserva un secondo operatore.

E’ in un clima del genere che si è intanto svolta stamane la quarta operazione di concambio di quest‘anno, in cui il Tesoro ha assegnato soltanto la metà dei massimi due miliardi del Btp novembre 2023 ritirando due Btp e due Ccteu a scandenza 2015 e 2017.

Verrà invece comunicato domani da Via XX Settembre il tasso reale minimo garantito del nuovo Btp Italia, lo strumento indicizzato all‘inflazione nazionale - che non c‘è - a disposizione degli investitori la prossima settimana dal 20 al 23 ottobre.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below