7 ottobre 2014 / 07:48 / tra 3 anni

Borse Asia-Pacifico, indici al rialzo, bene Hong Kong, sale Samsung

(Reuters) - Le borse dell‘area Asia-Pacifico è al rialzo nonostante alcuni cali a Singapore e Taiwan e con il dollaro che frena sullo yen dopo il massimo da sei anni di 110,09 yen toccato la scorsa settimana.

Trader al lavoro alla Borsa di Hong Kong. REUTERS/Bobby Yip

Intorno alle 9,20 italiane l‘indice Msci della regione, che non comprende Tokyo, sale dello 0,3% dopo aver oscillato nel corso della seduta tra territorio negativo e positivo.

Ancora chiuse oggi le Borse della Cina continentale, HONG KONG ha proseguito il recupero, con l‘indice Hang Seng che sale attorno allo 0,4%, poco meglio dell‘indice China Enterprise delle maggiori società cinesi quotate a Hong Kong.

I cali recenti hanno creato spazio per buone opportunità di acquisto su titoli di qualità con bassa esposizione a Hong Kong, secondo Jackson Wong, direttore associato alla United Simsen Securities. Tencent Holdings, calata al minimo da 3 anni e mezzo la scorsa settimana, ha guadagnato 1,3%.

SEUL ha chiuso in marginale rialzo con il Kospi che è salito dello 0,23% e Samsung Elec in evidenza con un rialzo dell‘1% circa.

Il colosso dell‘elettronica si appresta a chiudere il suo primo bilancio con un calo degli utili dopo aver detto che i profitti del trimestre luglio-settembre sono i più bassi da tre anni e che nel breve le prospettive per il mercato degli smartphone sono incerte. Il leader mondiale del settore ha visto un calo della sua quota di mercato mondiale annua negli ultimi due trimestri, secondo Strategy Analytics, a vantaggio dell‘Iphone della Apple nel segmento premium e per effetto della concorrebza dei prodotti meno cari di rivali cinesi come Lenovo Group Ltd e Xiaomi Inc.

Nonostante questo le azioni sono salite perche riflettono le attese che gli utili del gruppo abbiano toccato un minimo e che risaliranno con il lancio di modelli di smartphone più economici nei prossimi mesi.

Ieri Samsung ha svelato il piano per investire 14,7 miliardi di dollari per un nuovo impianto, il maggiore mai effettuato per un singolo stabilimento, vicino Seul.

Anche oggi in controtendenza SYDNEY, che ha chiuso con moderato segno negativo una seduta altalenante. In evidenza il settore delle materie prime con un guadagno dell‘1,4%, trainato dal rialzo del 4,3% di Rio Tinto che ha annunciato di aver respinto una proposta di merger con la rivale Glencore.

Indici in calo a Taiwan e Singapore.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italianoLe top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below