25 settembre 2014 / 14:35 / 3 anni fa

Euro a minimo 22 mesi, prospettiva rialzo tassi Usa spinge dollaro

NEW YORK (Reuters) - L‘euro è sceso in mattinata al minimo di due anni sul dollaro con il biglietto verde proiettato verso la più lunga serie di risultati positivi dall‘inizio degli anni Settanta, mentre gli investitori prevedono che la politica monetaria di Europa e Stati uniti si muoverà in modo diametralmente opposto.

Banconote in euro e in dollari a Praga nel gennaio 2013. REUTERS/David W Cerny

Con l‘economia americana in ripresa, è probabile che il mese prossimo la Federal Reserve ponga fine al suo programma di acquisto di titoli e che dal prossimo anno inizi ad alzare il costo del denaro.

Sull‘altra sponda dell‘oceano è probabile invece che la Bce allenti ulteriomente la sua politica e possa spingersi ad acquistare governativi della zona euro per dare una spinta all‘economia del blocco ed evitare che finisca nelle spire dell‘inflazione.

Poco dopo le 10, l‘euro è sceso a 1,26955 dollari, al minimo dal novembre 2012 in un calo che ha contribuito a spingere l‘indice che monitora il dollaro nei confronti di un paniere di valute al massimo di quattro anni a 85,485. Attorno alle 15 la divisa unica scambia a 1,2726 dollari poco mossa dopo la diffusione dei dati provenienti dagli Usa.

Alla stessa ora, il biglietto verde si mantiene stabile contro lo yen a 109,18 e il cambio euro/yen è a 138,90 in calo rispetto a stamane.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below