25 settembre 2014 / 07:00 / 3 anni fa

Borse Europa in rialzo su debolezza euro positiva per aziende

Traders a lavoro. REUTERS/Brendan McDermid

PARIGI (Reuters) - L‘azionario europeo rimbalza questa mattina, sostenuto dal calo dell‘euro che rafforza le aspettative di un miglioramento per gli utili societari.

La moneta unica è scesa questa mattina brevemente fino a sotto 1,27 su dollaro, minimo degli ultimi due anni, riflettendo la crescente divergenza tra la politica monetaria della Bce e quella della Fed.

Il netto calo dell‘euro - ha perso il 9% sul dollaro da maggio - è visto in chiave positiva dagli operatori per dare sostegno e spazio alle imprese europee. Gli analisti parlano di un beneficio sugli utili societari tra il 3 e il 6%, con aziende industriali e farmaceutiche - che derivano i ricavi soprattutto al di fuori dell‘area euro - come Siemens e Sanofi che trarrebbero i maggiori vantaggi.

Alle 11 italiane circa l‘indice paneuropeo FTSEurofirst 300 segna +0,33%, dopo aver guadagnato lo 0,8% ieri dopo le parole di Mario Draghi che ha promesso una politica monetaria molto accomodante sino a che l‘inflazione della zona euro non tornerà vicina al 2%.

In un‘intervista oggi al quotidiano economico lituano Verslo Zinios, il numero uno della Bce ha ripetuto che la banca centrale è pronta a fare di più per sostenere la ripresa se necessario.

Alla stessa ora, tra le piazze europee, il tedesco DAX è a +0,47%, il francese CAC è a +0,22% e Londra è sostanzialmente piatta.

Madrid va meglio delle altre, con l‘Ibex che segna un rialzo dello 0,58%. Una fonte ha detto a Reuters che Cina e la Spagna si preparano a firmare un deal da 3 mld di euro a Pechino questa settimana durante la visita nel Paese del primo ministro spagnolo Mariano Rajoy.

Tra i titoli in evidenza oggi:

Airbus guadagna il 2% dopo aver innalzato la sua stima sulla domanda di jet nei prossimi 20 anni.

Il gigante del retail della moda H&M cede il 4% dopo aver riportato profitti trimestrali in linea con le attese, aggiungendo però che le vendite sono rallentate in settembre.

Giù anche il comparto minerario, con Rio Tinto (-1,1%) e BHP Billiton (-1,7%) deboli per i timori legati al calo della domanda cinese di materie prime.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below