June 24, 2020 / 12:14 PM / a month ago

Borsa Milano ripiega su realizzi e timori virus, giù banche, bene Atlantia, Tod's

MILANO, 24 giugno (Reuters) - - Seduta di storno a Piazza Affari penalizzata dai timori degli investitori su una nuova ondata di casi di coronavirus a livello globale, soprattutto negli Stati Uniti. Pesano anche le indiscrezioni che i paesi europei si stanno preparando per impedire l’ingresso a chi proviene dagli Stati Uniti.

Ingresso della sede della Borsa di Milano. 10 dicembre 2012 REUTERS/Stefano Rellandini

“Al momento non c’è nulla di preoccupante e il mercato sta cedendo quanto guadagnato ieri. Sono realizzi di normale movimento di mercato”, osserva un trader.

Continua la discesa dello spread del rendimento fra titoli di Stato decennali italiani e tedeschi che si restringe a 169 punti base, mentre sul fronte delle materie prime il Brent si mantiene poco sotto quota 43 dollari al barile a causa di un incremento delle scorte di greggio Usa.

Tornano a scendere le banche, con Intesa Sanpaolo in flessione dello 0,9% e Unicredit in calo del 2,6%. Giù anche Bper Banca in contrazione del 2,7%.

Ripiega il settore auto, sensibile alle attese di una ripresa dei consumi post lockdown, dopo un avvio positivo stamani: Fiat Chrysler cede l’1,1%, mentre Pirelli arretra del 3,1%.

Fra gli industriali, pesante anche Leonardo in contrazione del 3,5%.

Resta ben raccolta anche se ben sotto i massimi di avvio Atlantia (+2,8%) sulle attese di un accordo con il Governo sulle concessioni autostradali. Molti quotidiani concordano che la revoca non sia più un’opzione sul tavolo. “Oramai ci siamo”, osserva un trader.

Nel lusso dopo lo strappo di ieri proseguono anche oggi gli acquisti su Tod’s (+2,78%). Sul titolo Morgan Stanley ha alzato la raccomandazione a “equal-weight” da “underweight”, ma ha tagliato il prezzo obiettivo a 26,5 euro da 34 euro. Sul resto del comparto, Salvatore Ferragamo sale dello 0,15% nonostante il taglio del prezzo obiettivo da parte di Morgan Stanley a 13,5 euro da 18 euro. Giù MONCLER che cede lo 0,8%, con Morgan Stanley che ha portato la raccomandazione a “equal-weight” da “overweight”.

Fra i minori spunti su Cattolica Assicurazioni (+0,3%). Un quotidiano scrive che Vittoria Assicurazioni potrebbe venire in aiuto del gruppo assicurativo partecipando all’aumento di capitale da 500 milioni richiesto dall’Ivass.

Infine, debutto molto positivo sull’Aim per Cy4gate. L’azienda che opera nella progettazione, sviluppo e produzione di tecnologie, prodotti, sistemi e servizi al fine di soddisfare le esigenze di cyber intelligence, non riesce ad aprire: segna un prezzo indicativo di 4,1 euro dal prezzo di collocamento di 3,15 euro.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below