June 8, 2020 / 8:38 AM / 2 months ago

Italia, Istat taglia stima Pil 2020 a -8,3% per impatto Covid

Un uomo tiene una bandiera in mano mentre partecipa a una protesta di fronte al teatro Alla Scala, durante l'epidemia di coronavirus (COVID-19), a Milano, Italia, 18 maggio 2020 REUTERS / Flavio Lo Scalzo

ROMA (Reuters) - Istat ha drasticamente rivisto al ribasso la previsione di crescita del Pil italiano per il 2020, a -8,3% dal +0,6% stimato a dicembre, a causa del drammatico impatto del coronavirus.

Lo si legge nella nota semestrale diffusa oggi sulle prospettive dell’economia italiana, in cui l’istituto prevede un ritorno alla crescita nel 2021 con un +4,6%.

L’istituto di statistica precisa che la contrazione quest’anno sarà determinata prevalentemente dalla domanda interna al netto delle scorte, in calo di 7,2 punti percentuali, “condizionata dalla caduta dei consumi delle famiglie e delle ISP (-8,7%) e dal crollo degli investimenti (-12,5%), a fronte di una crescita dell’1,6% della spesa delle Amministrazioni pubbliche”.

Il tasso di disoccupazione per il 2020 viene rivisto al 9,6% dal 9,9% precedentemente stimato, ma l’istituto sottolinea che l’andamento del tasso rifletterà anche “la decisa ricomposizione tra disoccupati e inattivi e la riduzione del numero di ore lavorate”. Nel 2021 Istat vede il tasso al 10,2%.

Il governo a fine aprile ha previsto una contrazione dell’8% del Pil quest’anno, contro il +0,6% stimato lo scorso settembre. Vari economisti pronosticano però cali superiori, fino al 13,1% visto venerdì da Bankitalia nello scenario “severo”.

Nel primo trimestre, su cui solo parzialmente hanno pesato le ricadute dell’epidemia, il Pil italiano è sceso del 5,3% a livello congiunturale secondo i dati definitivi forniti il 29 maggio da Istat, che ha effettuato una revisione marcatamente al ribasso rispetto al -4,7% stimato il mese prima.

Il 2019 si era chiuso con un Prodotto interno lordo a +0,3% da +0,8% dell’anno prima, minimo dal 2014 ma sopra le stime dell’esecutivo.

L’Italia, con 235.000 contagiati e circa 33.900 decessi, è uno dei Paesi più colpiti dalla pandemia, che ha spinto governi e banche centrali a intervenire con massicce misure di stimolo.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below