May 22, 2020 / 10:10 AM / 3 months ago

Regno Unito, debito ai massimi da 1963, crollo vendite dettaglio

LONDRA (Reuters) - Uno degli indicatori del debito pubblico britannico è aumentato quasi al 100% del Pil ad aprile, ai massimi di quasi 60 anni, mentre le vendite al dettaglio subiscono una contrazione record del 18%, a causa dei danni della crisi del coronavirus.

L’indebitamento pubblico di 62,1 miliardi di sterline visto solo nel mese di aprile è poco al di sotto del totale rilevato per l’intero anno finanziario 2019/20.

La lettura supera di gran lunga la mediana delle stime di 40 miliardi di sterline in un sondaggio di economisti condotto da Reuters.

In aggiunta, i dati di marzo sono stati rivisti drasticamente in rialzo, a quasi 15 miliardi di sterline, in concomitanza con l’inizio del programma governativo d’emergenza per salvaguardare i posti di lavoro e la revisione al ribasso delle entrate tributarie.

Ciò ha portato il debito pubblico a quasi il 98% del Pil, riflettendo anche le stime più basse per l’economia, in base a un recente scenario sull’andamento del coronavirus ipotizzato dai previsori del bilancio del Regno Unito.

Si tratta della più alta percentuale del Pil per l’indice dal 1963, secondo l’Ufficio nazionale di Statistica.

Ad aprile 2019, la lettura riportava l’80% del Pil.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below