May 13, 2020 / 8:18 AM / 3 months ago

Borsa Milano in calo in avvio, Exor cede 4,5% dopo dietrofront Covea su PartnerRE

MILANO (Reuters) - Piazza Affari ha aperto in deciso ribasso, in sintonia con le altre borse europee, sui timori di un riacutizzarsi dell’epidemia di coronavirus e di nuove tensioni tra Stati Uniti e Cina.

Dettaglio dell'ingresso della Borsa di Milano. REUTERS/Paolo Bona

Ieri gli indici di Wall Street hanno chiuso in ribasso, suggerendo un’impostazione negativa ai già fragili mercati europei, dove gli investitori sembrano altalenare tra l’ottimismo per le riaperture e i timori di una seconda ondata di contagi.

Intanto sul fronte politico italiano si è assistito a un nuovo rinvio a oggi per l’atteso consiglio dei ministri sul corposo decreto ‘Rilancio’ in un allungarsi dei tempi che riflette le frizioni interne al governo.

Exor cede il 4,5% dopo che Covea si è ritirata dall’acquisto di PartnerRE, operazione da 9 miliardi di dollari. Sulla scia di Exor, in deciso calo anche Fiat Chrysler (-3,8%) e Cnh Industrial (-2,9%).

Mediaset (-0,9%) volatile dopo i conti. Dopo l’iniziale rialzo è passata in negativo.

Poste Italiane partita in negativo, sale ora dello 0,2% dopo aver pubblicato questa mattina i risultati.

Salvatore Ferragamo avanza del 2,7% dopo i conti.

In deciso ribasso STMicroelectronics (-3,2%)

Comparto bancario in rosso, in linea con il settore a livello europeo. Tra le big, Unicredit cede il 2,9%.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below