May 8, 2020 / 1:40 PM / 3 months ago

Forex, dollaro recupera su dato occupati mensili Usa meno peggio di attese

Un impiegato con una serie di banconote da 100 dollari statunitensi. Antara Foto/Hafidz Mubarak/via REUTERS

NEW YORK (Reuters) - Recupera terreno il biglietto verde grazie alla lettura meno sconfortante delle attese sugli occupati mensili Usa di aprile.

La risalita del dollaro è evidente nei confronti sia dell’euro sia dello yen, tradizionale valuta rifugio nei momenti di maggiore avversione al rischio.

I dati a cura del dipartimento al Lavoro Usa mostrano un calo degli occupati pari a 20,5 milioni, mentre il consensus scommetteva sulla cancellazione di 22 milioni di posti di lavoro il mese scorso.

Sale quindi ‘soltanto’ a 14,7% il tasso di disoccupazione, di cui la mediana delle attese ipotizzava un balzo a 16%. Si tratta comunque del livello più elevato dal dopoguerra, che ‘brucia’ il precedente picco di 10,8% del novembre 1982.

La statistica odierna è coerente con la prospettiva di una ripresa assai graduale dell’economia Usa dopo la recessione indotta dall’epidemia di coronavirus.

Segnali positivi arrivano per il momento dall’Europa, dove sta per aprirsi l’ennesima riunione dei ministri delle Finanze della zona euro chiamata a fare chiarezza sul Mes e sul fondo Ue per la ripresa.

Induce ottimismo anche l’indiscrezione secondo cui la Bce starebbe valutando l’ipotesi di acquistare titoli corporate a rating spazzatura sul modello di Federal Reserve.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below