May 8, 2020 / 12:35 PM / 3 months ago

Borsa Milano positiva ma pochi volumi, svettano Atlantia, Leonardo, giù M. Tecnimont

MILANO (Reuters) - MILANO, 8 maggio - Indici positivi a Piazza Affari che si muove in linea con le principali borse europee, grazie all’allentarsi dei timori di nuove tensioni tra Stati Uniti e Cina che fanno sperare anche sulla ripresa delle economie dei Paesi che stanno gradualmente uscendo dalla fase del lockdown.

Una donna in mascherina di fronte alla sede della Borsa italiana a Milano, mentre il paese è investito dall'epidemia di coronavirus. Italia, 25 febbraio 2020. REUTERS/Flavio Lo Scalzo

Sul fronte interno, a mercati chiusi, si pronunceranno sul rating sovrano Dbrs e Moody’s.

Chiusa Londra per festività, la seduta odierna vede nuovamente diverse società pubblicare i risultati del trimestre.

“I mercati sono un po’ scarichi e attendisti oggi. Pochi i volumi”, sintetizza un trader.

Scende in area 240 punti base lo spread del rendimento fra i titoli di stati decennali italiani e tedeschi.

Poco mosso il settore bancario, con le big Intesa Sanpaolo e Unicredit in calo fra lo 0,6 e lo 0,4% sempre in scia dei risultati del trimestre nei giorni scorsi.

In spolvero, invece, Banco Bpm, in rialzo del 2,4% dopo la pubblicazione dei risultati ieri a borsa chiusa. Secondo il broker Equita “l’utile è stato sopra le attese grazie a componenti one-off non cash, ma aumenta la volatilità nella performance del trimestre”.

Nel risparmio gestito corre anche oggi Anima Holding (+4,7%) dopo il trimestre ieri. Banca Imi, a seguito del dato sull’utile netto a 38,6 milioni — “in linea con le nostre stime, ma il 7,4% sopra la media del consensus fornito dalla società — ha alzato le stime per il 2020-22 e confermato la raccomandazione ‘buy’ con un prezzo obiettivo a 4,3 euro.

Nel settore industriale, denaro anche su Leonardo che si muove in deciso rialzo (+3,5%) dopo i risultati del trimestre sotto le attese relativamente ai ricavi e all’Ebita, ma con una raccolta ordini oltre le aspettative del mercato.

L’allentamento delle tensioni Usa-Cina sul fronte del commercio premiano l’automotive, con Fca in crescita dell’1,1%. Fa decisamente meglio Cnh Industrial(+3,1%) sulle attese di un incremento degli acquisti di prodotti agricoli da parte della Cina. Un trader segnala che il titolo ha raggiunto un supporto importante a 4,9 euro “da dove è poi rimbalzato”.

Sul fronte opposto male Maire Tecnimont che cede il 3,2% all’indomani dei risultati. Il broker Banca Imi ha tagliato la raccomandazione a “hold” da “buy”, con un nuovo prezzo obiettivo a 1,50 euro per azione. “La trimestrale è stata in linea con le nostre stime, mentre il debito netto è emerso ben sopra le nostre attese anche se riteniamo possa rientrare nel corso del 2020 e in parte nel 2021”.

Ben raccolta Atlantia con un balzo del 6,2%. Il titolo è in costante ripresa dopo la fine della fase più dura del lockdown da coronavirus e il recupero del traffico autostradale. Secondo i dati resi noti da Autostrade per l’Italia nella scorsa settimana il traffico è sceso del 72,6%, in miglioramento rispetto al -77% della settimana precedente. Da inizio anno il titolo sta perdendo il 32,5% del suo valore, ma dal primo aprile il balzo è del 22%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below