April 20, 2020 / 11:40 AM / 4 months ago

Borse Europa, Novartis e Roche guidano i guadagni, restano timori su utili trim1

Il logo della casa farmaceutica Novartis a Stein, in Svizzera. REUTERS/Arnd Wiegmann

(Reuters) - Il recupero dei titoli healthcare sostiene l’azionario europeo, sebbene il sentiment rimanga improntato alla cautela, in un quadro in cui le aziende si preparano a registrare i peggiori risultati dalla crisi finanziaria del 2008 a causa dell’epidemia di coronavirus.

L’indice pan-europeo STOXX 600 guadagna lo 0,3%, dopo aver chiuso venerdì con il massimo incremento percentuale di due settimane dal 2015 sulle speranze di ridimensionamento della crisi sanitaria negli epicentri di Italia, Francia e Spagna.

L’healthcare guida i guadagni, vicini ai massimi di un mese, sulla scia del via libera della statunitense Food and Drug Administration a Novartis per una sperimentazione del farmaco antimalarico idrossiclorochina contro il Covid-19.

Roche, in fase di testing di un vecchio farmaco che potrebbe essere riproposto per combattere il nuovo coronavirus, scambia in rialzo dello 0,6%.

Il benchmark STOXX 600 resta in perdita del 23% rispetto ai suoi massimi e gli investitori si stanno preparando a una profonda recessione resa sempre più evidente dai danni alle aziende provocate dalla pandemia.

“L’ondata di dati economici e societari di segno negativo che giungeranno nelle settimane a venire rallenteranno il rally di poco”, osserva Milan Cutkovic, analista di mercato presso AxiCorp. “Molte valutazioni sono già state effettuate e gli investitori sono ora concentrati su come verrà gestita la pandemia e aspettano di capire se le aziende abbiano il giusto piano d’azione e la liquidità necessaria per resistere alla tempesta”.

Con l’avvio della stagione delle trimestrali, gli analisti si aspettano che le aziende quotate su STOXX 600 registrino un calo del 22% degli utili, dopo aver inizialmente previsto un aumento del 10,5%, secondo i dati Ibes di Refinitiv. 

Gli energetici registrano un -1%, sulla scia di un crollo dei prezzi del petrolio su livelli non visti dal 1999 sui timori di un’eccedenza di offerta.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia 

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below