March 3, 2020 / 11:10 AM / 5 months ago

Banco Bpm vara piano 2023, target terranno anche con scenario V-shaped

MILANO (Reuters) - Banco Bpm ha alzato il velo sul piano industriale 2020-23 che vede a fine periodo un utile netto di circa 770 milioni, un Rote del 7,2% e proventi core a 4,1 miliardi con una crescita media annua del 2,1%.

L'amministratore delegato della Banca Popolare di Milano (BPM), Giuseppe Castagna, durante una riunione sul piano aziendale a Milano, 16 maggio 2016. REUTERS / Stefano Rellandini

La banca vede una tenuta del piano anche nell’ipotesi di uno scenario macroeconomico negativo nel 2020, su cui ci sono “non poche incertezze”, dice l’AD Giuseppe Castagna in una nota.

Per ciò che riguarda i ricavi, la banca vede una crescita delle commissioni nette in grado di più che compensare la riduzione attesa del margine di interesse legata ai tassi di mercato bassi.

Gli oneri operativi sono visti stabili rispetto al 2019 a 2,6 miliardi.

Dal punto di vista patrimoniale la banca vede un CET1 ratio al 12,5% nel 2023 e un Mda buffer minimo di 250 punti base.

Il target del Cet1 è costruito considerando impatti regolamentari negativi di circa 200 punti base, benefici per 130 punti base da azioni di capital management e misure di balance sheet e 40 punti base di generazione organica di capitale.

I buffer di capitale e la distribuzione di dividendi sono confermati anche nello scenario “V-shaped”, con rallentamento dell’economia solo nel 2020.

La banca conta di creare oltre 2 miliardi di ricchezza per gli azionisti con più di 800 milioni di dividendi distribuiti tra il 2020 e il 2023 e un payout medio di almeno il 40%.

Al 2023 è atteso un Npe ratio lordo al 5,9% con un costo del rischio di 51 punti base, mantenendo solidi livelli di copertura. È prevista una “mitigazione dinamica del rischio di credito attraverso operazioni significative di mercato senza impatti sulla relazione con i clienti” con un effetto fino a 15-20 punti base annui sul CET1 ratio.

Sul fronte dei costi la banca vede un programma di recruiting strategico a fronte di un piano di prepensionamento volontario su circa 1.100 dipendenti.

Il piano prevede una razionalizzazione del portafoglio immobiliare attraverso la cessione di circa 1 miliardo di immobili e un impatto di 20 punti base sul Cet1 ratio e un miglioramento della composizione del portafoglio titoli con l’allineamento dei governativi italiani al 40% del totale.

Inoltre è prevista la cessione di partecipazioni azionarie con un impatto di circa 40 punti base sul Cet1.

Nell’ambito della transizione a un modello pienamente digitale e omnicanale sono previsti oltre 600 milioni di investimenti in evoluzione tecnologica, di cui 250 milioni per l’innovazione digitale.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below