February 17, 2020 / 11:02 AM / 6 months ago

Greggio poco mosso, pesano timori impatto coronavirus su domanda

Lo stabilimento petrolifero di El Tigre, in Venezuela. REUTERS/Ivan Alvarado

LONDRA (Reuters) - I prezzi del greggio sono poco mossi, con i timori per un calo della domanda di carburante causato dalle ricadute economiche del coronavirus bilanciati dalle attese che i tagli alla produzione riducano l’offerta di greggio.

Intorno alle 11,20, i futures sul Brent scambiano a 57,29 dollari al barile, in calo di 2 centesimi dopo essere saliti del 5,2% la scorsa settimana, il più forte guadagno settimanale da settembre 2019.

Il greggio Usa avanza invece di 6 centesimi a 52,11 dollari al barile, dopo il rialzo del 3,4% della scorsa settimana.

L’economia del Giappone, quarto consumatore al mondo di petrolio, ha registrato una contrazione del 6,3% per il periodo da ottobre a dicembre, a cui si prevede farà seguito un’ulteriore contrazione nel trimestre da gennaio a marzo a causa del contagio. Singapore, la cui economia dipendente dal commercio funge da barometro per la regione, ha messo in guardia su una possibile recessione nel trimestre in corso a causa del coronavirus.

“Il petrolio rimane fortemente vulnerabile sia all’eccesso di offerta sia al rallentamento economico indotto dal coronavirus in Cina e in altre parti dell’Asia”, osserva Jeffrey Halley, senior market analyst di OANDA a Singapore.

L’Agenzia internazionale dell’energia (Aie) ha dichiarato la scorsa settimana che il virus è destinato a far diminuire la domanda di petrolio di 435.000 barili al giorno (bpd) nel primo trimestre del 2020 rispetto allo stesso periodo di un anno fa, in quello che sarebbe il primo calo trimestrale dalla crisi finanziaria del 2009.

I prezzi del greggio sono saliti la scorsa settimana per la prima volta dall’inizio di gennaio sull’ottimismo che le misure di Pechino a sostegno dell’economia a fronte dell’epidemia possano portare a una ripresa della domanda di petrolio nel più grande paese importatore al mondo.

Gli investitori prevedono inoltre che l’Opec+ approvi la proposta di intensificare i tagli alla produzione per limitare l’offerta globale e sostenere i prezzi.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below